Dopo tre anni intensi – dalla segreteria comunale del Pd all’ingresso in consiglio, dalla candidatura a sindaco alle battaglia elettorali per Regione e Parlamento – lascia la guida del partito democratico cittadino. Daniela Giust domani cederà il testimone al nuovo segretario (pare raggiunta la convergenza sulla candidatura unica di Marco Cavallaro), consapevole che «il Pd sta vivendo il suo inverno», ma «che ne uscirà rafforzato, perché c’è bisogno dei nostri valori, anche in città».