Il lavoro dei nostri Consiglieri a Pordenone

coan voltoPoiché la nomina spetta alla minoranza, l’arrogante uscita di Ciriani contro la conferma di Miria Coan nel consiglio di amministrazione dell’ASP Umberto I si addice più a un podestà che a un sindaco. Che il primo cittadino non gradisca l’attuale presidente, comunque, non sorprende più di tanto. Durante la guida di Coan, infatti, l’ASP ha conseguito importanti risultati avvalorando la fusione delle case di riposo cittadine voluta dal centrosinistra e dimostrando come una virtuosa gestione pubblica delle residenze per anziani sia un valore aggiunto per la comunità.

LA SENTENZA
PORDENONE L'ex vicepresidente della Provincia (Ente ormai defunto), Eligio Grizzo, è stato condannato dalla Corte dei Conti al pagamento di 62.607 euro in favore della stessa fu Provincia (ora di fatto rappresentata dalla Regione) per aver conferito un incarico dirigenziale extra dotazione organica a Samuele Grandin, 39 anni, senza il previo esperimento di una procedura concorsuale e in favore di un soggetto privo dei requisiti di professionalità prescritti dalla legge. La Procura regionale aveva ravvisato la responsabilità a titolo di colpa grave di Grizzo, avendo quest'ultimo, nella qualità di vice presidente della Provincia, assegnato quell'incarico dirigenziale con un atteggiamento denotante palese noncuranza dei principi della buona amministrazione.

LA MOTIVAZIONECome si legge nelle trenta pagine che spiegano la decisione della Corte dei conti,

File Interrogazione n. 47/2017 – 71.8 kB
Messa in sicurezza attraversamento ciclopedonale via Molinari. Proponenti Cavallaro, Conficoni, Del Ben, Giust, Marcon, Tomasello.

A un anno dall’insediamento della giunta Ciriani a governare il comune di Pordenone, è il momento di puntare i riflettori sulla gestione della cultura nella nostra città. Della parola cultura in molti si sono riempiti la bocca in questi mesi, ma il futuro ci riserva un grande punto interrogativo.

Partiamo dalla considerazione che questa amministrazione ha spinto molto sugli eventi popolari, e riconosciamo che è giusto anche promuovere questo tipo di appuntamenti.
Quando si parla di cultura, però, bisogna pensare a un concetto ben più ampio. E quindi chiediamo quali strade abbia deciso di prendere la giunta Ciriani sulle politiche culturali, dal momento che i segnali che vediamo sembrano essere piuttosto confusi.

La delibera con cui il CIPE ha stanziato 18 milioni di euro per realizzare opere utili rendere la nostra città più vivibile e attrattiva non giunge inaspettata.
Più volte, infatti, nei mesi scorsi è stato annunciato che progressivamente tutti i 120 progetti inclusi nel “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie” sarebbero stati finanziati.
Se anche quello presentato dal Comune di Pordenone, classificatosi all’85° posto della graduatoria, potrà essere attuato il merito non è solo della tempestività con cui l’Amministrazione ha confezionato una proposta ammissibile riciclando molti interventi ideati dalla Giunta Pedrotti, ma soprattutto del Governo sostenuto dal Partito Democratico che, con uno sforzo economico non indifferente, ha voluto soddisfare tutte le istanze, comprese quelle non pienamente aderenti alla filosofia del bando.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI