26 maggio Europee

CANDIDATI

Eventi

PROGRAMMA

COME SI VOTA?

RISULTATI

logo Porcia2

1) TIZIANA ARAMONTE TRIESTE 14/05/1988
2) PIETRO BONORA PORDENONE 24/08/1954
3) FEDERICA ACCARIA PORDENONE 17/02/1992
4) ALBERTO BORTOLIN PORDENONE 14/07/1967
5) CHIARA DA GIAU SACILE (PN) 11/02/1968
6) LUCA GIANNI PORDENONE 14/08/1973
7) GRAZIELLA DELLA COLLETTA VITTORIO VENETO (TV) 09/08/1959
8) ANTONIO MONZO STELLA CILENTO (SA) 04/09/1954
9) CHIARA DUCOLIN CONEGLIANO (TV) 17/06/1979
10) LUIGI MORANDIN GAIARINE (TV) 22/04/1954
11) SIMONA MANNA NAPOLI 25/09/1983
12) GIUSEPPE MORAS PORCIA (PN) 10/12/1951
13) IRENE PIROTTA CERNUSCO SUL NAVIGLIO (MI) 25/05/1985
14) DANIELE PERSELLO UDINE 02/02/1962
15) IVANCA RICCA AARAU (CH) 16/02/1963
16) GIUSEPPE RIZZARDO ORA (BZ) 24/11/1957
17) GIULIA TERIO PORDENONE 16/11/1986
18) MARCO SANTAROSSA AVIANO (PN) 11/07/1972
19) IRENE VERARDO PORDENONE 04/08/1999
20) JVAN OLEK VISINTIN TRADATE (VA) 25/03/1977
21) MARTINA ZANETTI PORDENONE 27/05/1983
22) SANDRO SANTAROSSA SACILE (PN) 04/12/1964
23) MARCO SILIPO CROTONE 27/05/1988
24) GIUSEPPE SANTAROSSA PORDENONE 21/09/1988

pd porcia

Gaiarin scioglie la riserva: «Mi ricandido»

Massimo PighinPORCIA. Il sindaco Giuseppe Gaiarin ha sciolto le riserve: alle elezioni della prossima primavera si ricandiderà alla guida del Comune. L'ufficialità è arrivata ieri, dopo che le voci rispetto a una simile eventualità, negli ultimi giorni, si erano intensificate. «Mi metto a disposizione nuovamente per amministrare con l'obiettivo di perseguire il bene dei cittadini - ha detto Gaiarin -. Credo di aver lavorato in modo proficuo, assieme alla mia squadra, realizzando opere importanti, senza mai far mancare l'imprescindibile attenzione ai servizi. Se devo scegliere un ambito d'intervento cui sono particolarmente legato, dico l'edilizia scolastica: per rendere le nostre scuole più sicure, moderne ed efficienti, abbiamo speso oltre 5 milioni di euro. Secondo le opposizioni, un atto dovuto: perché, allora, non ci ha pensato chi c'era prima di me? La sicurezza dei nostri ragazzi, non serve che lo dica io, è fondamentale». Il sindaco, quindi, ha spiegato perché ha deciso di ripresentarsi agli elettori. «Il mio obiettivo è tentare di dare continuità a quanto realizzato negli ultimi quattro anni. È stato fatto molto, ma, allo stesso tempo, ho ancora tante idee per il futuro di Porcia. Grazie a questo primo mandato, inoltre, ho acquisito pienamente le competenze gestionali e tecniche per guidare un Comune importante come il nostro. Per questo, ho deciso che sarebbe stato giusto chiedere per la seconda volta la fiducia agli elettori». Gaiarin ha fatto anche una riflessione su quelli che potrebbero essere i contenuti delle prossime amministrative, che potrebbero svolgersi in contemporanea con le elezioni europee. «Sono convinto - ha osservato - che i cittadini sceglieranno pensando a Porcia e ai suoi problemi, rivolgendo il loro sguardo, cioè, al proprio territorio e lasciando fuori dalle urne per le comunali temi e questioni di più ampio respiro». Rispetto alla riproposizione della coalizione di centrosinistra formata nel 2014 da Pd e Porcia bene comune, il sindaco si è detto fiducioso. «Un nuovo accordo è molto probabile, stiamo lavorando per definire i dettagli - ha sottolineato -. Abbiamo ancora tempo, ma credo non ci saranno problemi». Rispetto a quattro anni fa, Gaiarin potrebbe trovarsi a competere in uno scenario diverso. Nel 2014, infatti, il centrodestra si era presentato diviso, situazione che, inevitabilmente, aveva favorito l'attuale maggioranza: il centrosinistra, dopo vent'anni, era riuscito a riprendersi il Comune. In primavera, invece, il centrodestra potrebbe presentarsi unito: questa è la volontà di Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Per Porcia. Soggetti cui, a breve, potrebbe aggiungersi Progetto Fvg: il movimento dell'assessore regionale Sergio Bini, infatti, starebbe lavorando per costituirsi a livello locale. Rimane da capire, inoltre, cosa farà il M5s e, in egual misura, non si possono escludere ulteriori candidati sindaco: quattro anni fa erano stati sette. I nodi da sciogliere non mancano anche in considerazione del tempo che manca all'appuntamento con le urne. Liberamente tratto da il Messaggero Veneto - 22 dicembre 2019 - BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

In questi cinque anni ci siamo impegnati, abbiamo progettato, abbiamo lavorato con una idea precisa per Porcia: che potesse diventare la città delle opportunità per ciascuno e in cui ognuno fosse messo al centro dei progetti e delle decisioni politiche e amministrative. Una Porcia dove abbiamo dedicato energie e risorse a tante quotidiane opere e iniziative in grado di incidere in modo sensibile nella vita dei cittadini: un modo di amministrare mite, concreto, realistico, verificabile ma non per questo privo di idealità e grandi orizzonti. Oggi possiamo contare su un Comune più efficiente e una città più vicina e più sicura nelle cose che contano davvero: la mitigazione delle fragilità sociali, le scuole, le strade. Una Porcia che si è scrollata di dosso l’inerzia e l’isolamento del passato e si è messa decisamente in moto per affrontare le sfide del domani. Noi siamo quelli che guardano con fiducia al futuro, perché consapevoli che le solide basi di questi anni sono essenziali per la progettualità di domani. Il futuro è un obbligo e noi scegliamo di assumercelo e viverlo con coraggio e responsabilità, passo dopo passo. Questo è il nostro programma.


Insieme, CONTINUIAMO IL FUTURO…

ECCO LE IDEE PER PORCIA

Circoli territoriali di

AVIANO BUDOIA CORDENONS FIUME VENETO PORCIA PORDENONE PRATA


il nostro partito

tre serate con i candidati alla segreteria regionale

31/08 _ DEBORA SERRACCHIANI

03/09 _ VINCENZO MARTINES

10/09 _ CRISTINA CARLONI

Gli incontri si terrano alle 21 in

Sala Diemoz Centro Socio Assistenziale

Via Risorgive 20 Porcia

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI