L’attenzione ai cambiamenti climatici si sta imponendo come questione centrale del momento storico che stiamo vivendo, portata alla ribalta nazionale ed internazionale grazie anche a tutti i giovani del movimento Fridays For Future (FFF) ispirato da Greta Thunberg.
Anche nel nostro territorio il movimento FFF segna un importante fenomeno di (ri)avvicinamento dei ragazzi e dei giovani alla discussione sul bene comune e sta diventando stimolo continuo ed importante per tutti i soggetti politici e le amministrazioni comunali. La questione climatica e di sostenibilità è stata inoltre protagonista della discussione sui contenuti che dovranno essere imprescindibili nel programma del nuovo governo.  
Questi cambiamenti climatici sono causati dall’effetto serra e dovuti alla presenza in atmosfera di elevate concentrazioni di CO2. I dati ISRPA dimostrano che una parte di CO2 viene assorbita dalla silvicoltura. In Europa questa incidenza è di circa il 10% rispetto alle emissioni complessive.
 
Riteniamo che la piena conversione ecologica debba essere raggiunta non per protesta ma svilupparsi come un obiettivo desiderabile. Ecco perché un passo fondamentale è sicuramente l’ascolto delle giovani generazioni e la piena collaborazione delle istituzioni a sostegno della presa di coscienza. Un atto fondamentale di indirizzo in questo senso può essere la votazione nelle assemblee consiliari di dichiarazione di emergenza climatica con impegni precisi.
 
Ecodem e Partito Democratico propongono il testo base di Ordine del giorno da discutere nei consigli comunali affinché anche nel nostro territorio si sviluppino da subito politiche precise per incentivare in particolare la presenza verde, la mobilità sostenibile e l’uscita dalla fuel poverty.
 
In particolare le proposte concrete che facciamo sono:
- la piantumazione sul suolo pubblico di alberi; si tenga conto a titolo di esempio che, tenuto conto della superficie e della capacità di assorbimento di Co2, una città come Pordenone dovrebbe prevedere un’azione ventennale di piantumazione di almeno 3000 alberi all’anno!
- l’apertura di canali e modalità registrabili, per favorire la piantumazione e la cura di alberi da parte dei privati.
-      politiche energetiche che portino a risparmio e  messa in efficienza per l'abitare, la mobilità e la salute
 
Giorgio Zanin (segretario provinciale PD)
Marco Cavallaro (segretario cittadino PD Pordenone)
Domenico Pepe (coordinatore provinciale Ecodem)
 

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI