giuliano cescuttiÈ questo lo slogan della manifestazione che domani, alle 18 in piazzetta Cavour, si terrà in contemporanea con Colonia per dire no alla violenza sulle donne, per respingere la paura generata dai fatti di Capodanno in Germania, ma più in generale dalle tante forme di violenza di genere.

«Abbiamo aderito convintamente alla proposta venuta dal coordinamento delle donne democratiche del Nord Est, per testimoniare solidarietà alle donne vittime di violenza nella notte di San Silvestro, al di là della spiegazione che questi fatti troveranno in futuro, e contestare ogni strumentalizzazione dei fatti stessi ai fini di una facile propaganda» commenta il segretario provinciale del Pd, Giuliano Cescutti.

Alla manifestazione, che sarà una serata di balli, musica e festa, hanno aderito le associazioni Voce Donna, Fidapa, Compagnia Arti e Mestieri nonché la Commissione Pari Opportunità regionale e quella comunale insieme a tutti i soggetti aderenti alla Carta di Pordenone.


«Abbiamo pensato all’iniziativa come una festa con pochi discorsi e molta musica e ci piacerebbe riuscire a portare in piazza altrettante donne di quelle molestate a Colonia e altrettanti uomini per dire che non possiamo farci intimorire, fermamente condannando ogni tipo di violenza sulle donne. Su le mani! È l’incitazione alla festa che si sente ai concerti e nelle discoteche. Per noi è un invito a sottrarre le mani alle violenze ed usarle per lavorare ad una costruttiva e serena convivenza».

Oltre a Cescutti interverranno la segretaria comunale Daniela Giust, la presidente della Commissione regionale Pari Opportunità Annamaria Poggioli, la presidente di Voce Donna Maria De Stefano, Bruna Braidotti di Compagnia Arti e Mestieri reciterà dei brani.

Messaggero Veneto di mercoledì 3 febbraio

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI