"Il 25 maggio dobbiamo votare chi valorizza, crede e investe nelle donne, perché a livello comunicatrio si incide veramente sulle politiche di genere: su questo tema il Pse ha già un programma chiaro e serio". Lo ha dichiarato la senatrice e candidata del Pd alle elezioni europee Isabella De Monte oggi a Udine, durante in incontro al Caffè Contarena organizzata dalle Donne democratiche della provincia di Udine per presentare e sostenere le candidature femminili del Pd alle elezioni amministrative ed europee. "Sono orgogliosa - ha detto De Monte - di far parte di un partito che sa anticipare i provvedimenti di legge: il nostro statuto già prevede il 50 per cento di presenze femminili nelle liste. Non si tratta di rivendicare privilegi, ma mettere le donne nella condizione di fare".

All'incontro, moderato dalla portavoce delle Donne democratiche di Udine Giulia Romano, sono intervenute alcune candidate sindaco (Annalisa Filipponi a Pagnacco e Roberta Degano a Pasian di Prato) e alcune candidate ai Consigli comunali (Maria Letizia Tirelli a Mortegliano, Sue Ellen Ellero a Pagnacco, Paola Misciali e Donata Berlasso a Pavia di Udine). Tutte hanno descritto brevemente i punti principali del proprio programma, ponendo l'accendo in particolare sulla necessità di investire sulla formazione, sulle politiche del lavoro e sulla tutela e valorizzazione del territoio.

Sono invervenuti anche la segretaria regionale del Pd Fvg Antonella Grim, il capogruppo del Pd in Consiglio regionale Cristiano Shaurli e la portavoce delle Donne democratiche Cinzia Del Torre. Secondo Grim "il Pd dimostra non solo di essere avanti rispetto agli altri partiti, ad esempio sul tema dell'uguaglianza di genere, ma anche di mantenere le promesse. Ieri - ha osservato Grim - il Governo ha sbloccato il patto di stabilità per l'edilizia scolastica: un grande risultato e soprattutto un impegno del premier Renzi mantenuto, a tutto vantaggio delle famiglie e delle imprese. Per questo bisogna dare fiducia al Pd e alle sue candidate, meritevoli e pronte a lavorare con entusiasmo e spirito di servizio". Secondo Shaurli "non bisogna parlare di quote rosa, ma piuttosto di pari opportunità: per il Pd ciò non significa riempire delle caselle, ma mettere in luce molte delle sue persone di talento e qualità".

Ufficio stampa Pd Fvg

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca QUI