Documento approvato nell'assemblea Provinciale del 24 settembre 2008

Berlusconi e il partito del Popolo delle Libertà vogliono imporre una nuova legge elettorale per le elezioni europee con liste bloccate e abolizione del voto di preferenza.

Berlusconi e Forza Italia temono che con il voto di preferenza la componente di Alleanza Nazionale possa ottenere la stragrande maggioranza degli eurodeputati del partito del Popolo delle Libertà proprio a scapito di Forza Italia.

Di qui la volontà di decidere a tavolino il nome e la provenienza politica dei deputati europei sottraendo agli elettori, di destra e di sinistra, la facoltà di scegliersi chi li rappresenta a Bruxelles.

Berlusconi vuole sottrarre agli italiani la facoltà di decidere chi li rappresenta in Europa per poter decidere lui personalmente il nome e il cognome degli eletti.

L'Assemblea Provinciale del Pd di Pordenone ritiene inaccettabile l'abolizione del voto di preferenza e chiede che il Parlamento le nuove regole elettorali con la previsione della preferenza unica.

L'Assemblea Provinciale del Pd invita tutti i cittadini, senza distinzione di collocazione politica, a far sentire la loro voce per ottenere una legge elettorale che consenta all'elettore di decidere chi lo rappresenta a Bruxelles.

Pordenone 24 settembre 2008

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI