gianni

Domenica 24 Ottobre 2010, PORDENONE - Dopo l’elezione - con un partito diviso - alla segreteria di Antonio Ius, il Pd cerca l’unità nel neoeletto presidente dell’assemblea dei delegati. Gianni Ghiani, segretario del circolo di Cordenons ed espressione della componente che fa capo a Zanin e Bolzonello, è stato infatti eletto presidente con un solo astenuto. Sfiorata l’unanimità, la novità è rappresentata dal fato che a votare Ghiani si stata anche la componente minoritaria che fa riferimento a Renzo Liva uscito sconfitto dal recente congresso.

L’Assemblea provinciale del Pd di Pordenone approva la seguente Risoluzione in materia di acqua e servizi idrici integrati.

La coalizione di Centrodestra che governa l’Italia manifesta sempre più chiaramente il fallimento di ogni prospettiva di riforma e modernizzazione del Paese. Nel caso dei servizi idrici integrati non c’è soltanto la mancanza di riforme ma persino una pericolosa involuzione.

La Direzione Nazionale tenutasi il 17 aprile ha discusso e proposto in maniera unitaria la proposta, contenuta nella relazione del Segretario Bersani, di premettere allo svolgimento dei congressi provinciali e di circolo, previsti dal 23 maggio al 10 giugno 2010, la modifica di alcune norme statutarie, che consenta di superare l’estrema frammentazione di regole e procedure attualmente in vigore.

Candidature entro il primo settembre e congressi provinciale e di circolo dal 15 al 20 dello stesso mese. L’assemblea provinciale del Pd ha approvato le nuove regole per il rinnovo della classe dirigente in occasione della riunione che si è tenuta l’altra sera nella Bastia del castello di Torre. «Nel corso della serata – afferma la segretaria, Francesca Papais – c’è stato un confronto sul tema dell’acqua dove è emerso all’unanimità il sostegno al principio che è un bene essenziale.

Risoluzione del Partito Democratico approvato dall' Assemblea Provinciale di mercoledì 9 dicembre

L’Assemblea provinciale del Partito democratico esprime una forte preoccupazione per la crisi economica che colpisce anche la Destra Tagliamento mettendo in difficoltà molte famiglie e molte imprese. Anche il 2010 sarà un anno difficile, soprattutto sul versante dell’occupazione e i governi di Centrodestra, dal livello nazionale sino a quello provinciale passando per quello regionale, non sono in grado di mettere in campo vere politiche anticicliche in grado di rilanciare l’economia e sostenere adeguatamente l’impiego. In tale contesto la mobilitazione dei circoli del Pd indetta dalla segreteria nazionale per i giorni 11 e 12 dicembre assume un rilievo evidente e proprio per questo l’Assemblea chiama tutti i circoli all’impegno.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI