Rattristata dai recenti fatti di cronaca, ho osservato che Sanaa Dafani era un’immigrata di seconda generazione. Gli immigrati di seconda generazione si trovano a vivere situazioni di disagio, peculiari al loro status, che possono portare al rifiuto delle loro radici o all’esasperazione del loro senso di appartenenza alla cultura dei Paesi d’origine dei genitori, in cui spesso non sono mai stati e di cui quasi mai parlano e sanno scrivere la lingua, perché una parte del loro “Io” è Italiana, Friulana, Pordenonese.

Fatte queste considerazioni e letta la sintesi, reperita nel sito Internet della Provincia, del progetto “Ragazzi stranieri a scuola – a.s. dal 2004 al 2008”

CHIEDO

al Presidente e alla Sua Giunta se prevedono per i prossimi anni scolastici di investire in progetti (assenti nel suddetto “Ragazzi stranieri a scuola” e nella prassi attuale) che riguardino specificatamente gli immigrati di seconda generazione. Sperando in una risposta affermativa,

CHIEDO,

inoltre, a quanto ammontino i finanziamenti della Provincia per tale attività e, se presenti, come intendano utilizzarli.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI