Nel mese di settembre il Consiglio Provinciale aveva approvato all’unanimità un ordine del giorno sul “federalismo demaniale” presentato dal Partito Democratico, col quale l’ente si impegnava a monitorare le richieste dei vari comuni interessati a utilizzi della ex tratta ferroviaria Casarsa –Pinzano. La consigliera Rita Bragatto ha presentato una interrogazione per ottenere un aggiornamento sulle azioni intraprese dalla Provincia, in particolare nei confronti dei comuni che abbiano espresso l’intenzione di valorizzare beni sul loro territorio. L’interrogazione ricorda che il ruolo della provincia deve venire interpretato anche come servizio ai comuni, che può trovare terreno di pratica realizzazione nel caso specifico del federalismo demaniale, attraverso il monitoraggio delle richieste avanzate dai comuni all’ANCI e coordinando il processo verso la Regione.

In questi giorni Pordenone è balzata agli onori delle cronache per il salto in avanti dal punto di vista ambientale. Di questa svolta, che aldilà del capoluogo coinvolge un po’ tutto il territorio provinciale, fa parte a pieno titolo chi già negli anni passati ha cominciato ad investire anche personalmente sulle tecnologie di risparmio energetico.

Quali azioni intende porre in essere codesta Amministrazione Provinciale, in qualità di socio promotore della società STU MAKO’ S.p.A.?


Oggetto: Ordine del giorno su “Situazione organico della Polizia di Stato in Provincia di Pordenone “ approvato dal Consiglio Provinciale con delibera n’ 48 del 30 /11/2009.

Visto l’Ordine del giorno riportato in oggetto, presentato dai succitati Consiglieri in data 12 novembre 2009 e approvato dal Consiglio Provinciale all’unanimita’

Vista la conseguente delibera del Consiglio Provinciale n’ 48 del 30/11/2009 con la quale “si impegna l’Amministrazione Provinciale a sollecitare il Ministero degli interni a una revisione della dotazione dell’organico della Polizia di Stato nella Provincia di Pordenone”

.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca QUI