Angioletta Delle Rive dei fiori nella festa delle donne in memoriaLa piangono Pd, Cgil e Anpi e la comunità di Budoia, senza di lei, è più sola. 

Sonia Sfreddo non c’è più. Aveva 62 anni, e la comunità di Budoia, senza di lei, è più sola. Chi l’ha conosciuta la ricorda per la sua vita lavorativa, il suo impegno politico nel Pd, il suo attivismo per i diritti delle donne nel comitato “Se non ora quando”, di cui era coordinatrice provinciale, nel sociale con il volontariato e nell'Anpi, l'associazione dei partigiani d'Italia. Donna cortese e dal sorriso contagioso, ha lavorato a lungo come cassiera alla filiale di Roveredo della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia. Andata in quiescenza. è divenuta la segretaria del circolo del Pd di Budoia e, con lei, il partito è diventato la forza politica di maggioranza, la più votata in consiglio comunale. Attivista per i diritti delle donne, Sonia ha aperto la tradizione di festeggiare l'8 marzo portando i fiori a Pordenone, dietro Piazza della Motta, sul monumento che il Comune ha dedicato ad Angioletta Delle Rive, umile popolana, accusata di stregoneria e fatta morire nel carcere dell'inquisizione il 4 gennaio 1651. Consapevole del male che la consumava, Sonia non aveva voluto essere candidata nel Pd alle elezioni comunali del 2014, vinte dal centrosinistra, e pur partecipando alla campagna elettorale si era dimessa anche da segretaria del partito. In questi giorni sono davvero tanti a stringersi alla famiglia, esprimendo commozione e cordoglio al marito Ugo, ai figli Gabriele e Daniele alla sorella Gabriella al cognato, ai nipoti Thomas e Matteo a tutti i parenti e ai tanti amici.

di Sigfrido Cescut Tratto da Il Messaggero Veneto del 28 dicembre

Sonia Sfreddo “paladina” del rispetto delle donne

IL RICORDO

ruolo che ha svolto con convinzione e coerenza perché credeva che la società potesse definirsi democratica solo in un’ottica «Persona garbata e gentile, Sonia era una donna profondamente sensibile nei confronti dei problemi sociali, tanto da aver profuso il suo impegno con dedizione anche durante la lunga malattia che però non ha mai spento il suo sorriso di persona buona e pacata». Annamaria Poggioli, presidente della commissione regionale delle pari opportunità, ricorda Sonia Sfreddo, venuta a mancare a 62 anni: oggi alle 14.30 verranno celebrati i funerali, nella chiesa di Budoia. «Sonia – prosegue Poggioli – è stata al mio fianco come vicecoordinatrice delle donne del Pd della provincia di Pordenone, di giustizia e parità tra uomo e donna». Promotrice a Pordenone del movimento “Se non ora quando”, «ha combattuto fatti vamente il problema della violenza contro le donne, perché il rispetto e la reciprocità erano valori per lei non negoziabili. In qualità di presidente della commissione regionale per le pari opportunità, ritengo che il con tributo di Sonia debba rimanere per noi di grande esempio, un faro per la nostra attività che continueremo a svolgere anche nel suo nome e nel suo accorato ricordo. Grazie».

Tratto dal Messaggero Veneto pag 20 del 30 dicembe 2015

 

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI