INCONTRACI IN PROVINCIA di Pordenone

PARTITO DEMOCRATICO Ieri all'auditorium di Tavagnacco l'assemblea ha anche scelto, per acclamazione, Michela Bacchetti come presidente

Con 40 voti su 56 votanti (i delegati regionali e nazionali all'Assemblea costituente eletti in provincia), da ieri Cristiano Shaurli è il coordinatore provinciale del Partito democratico . A far mancare l'en plein, l'astensione legata ai bindiani di Enzo Barazza e qualche voto disperso. Pur tuttavia, l'avvio del neo segretario è stato salutato da una folta partecipazione. Sala piena, infatti, all'auditorium di Tavagnacco, dove l'assemblea del Pd ha individuato anche la presidente, scegliendo per acclamazione Michela Bacchetti, da un decennio lontana dalla politica attiva dopo essere stata capogruppo del Ppi in Consiglio provinciale. Apertura dei lavori affidati al membro "anziano", Rita Bertossi, e chiusura con il segretario regionale, Bruno Zvech.


Assemblea del Pd. Nominata con 27 consensi e 6 schede bianche. Cantiello annuncia le dimissioni

Non è riuscita a frenare la commozione, Francesca Papais, nel suo primo intervento da coordinatrice provinciale del Partito democratico. La giovane assessore a Zoppola è stata eletta col consenso di 27 dei 33 presenti all'assemblea; 6 le schede bianche a testimoniare il disagio per una candidatura considerata come calata dall'alto.
L'assemblea ha confermato l'accordo della vigilia: Francesca Papais, 28 anni, assessore comunale a Zoppola e componente del movimento giovanile della Margherita, è stata eletta prima coordinatrice del Partito democratico. Una candidatura frutto della mediazione tra le componenti: l'intesa regionale prevedeva l'assegnazione della leadership a un esponente della Margherita, ma sui nomi di Antonio Ius e Renzo Mazzer si è manifestata la resistenza dei civici di Bolzonello. Da qui l'indicazione di una donna, come segnale di novità, comunque proveniente dall'esperienza del partito di Rutelli.


Trieste -Le nuove tappe che attendono lo sviluppo del neo Partito Democratico . Bruno Zvech ha tradotto così il suo incontro con la stampa, ieri nel palazzo della Regione, legato alla formalizzazione del radicamento del partito nel territorio. Calendario fitto di attività e spunti quello illustrato da Zvech ieri agli organi di informazione, incentrato sul completamento degli ulteriori quadri dirigenziali, sia provinciali (da definire già oggi) che regionali. Il piano di sviluppo serrato proposta da Bruno Zvech, ieri accompagnato da Francesca Cardin, presidente della Assemblea Costituente regionale, contempla inoltre varie tappe sino al 31 gennaio, una decine di collegi ma soprattutto una campagna di informazione ma non solo mediatica quanto piuttosto «fatta di partecipazione e ascolto».

Presentati anche l'organigramma dell'esecutivo regionale del Pd costituito da 16 unità di cui ben 9 donne, compresa la vice segretaria regionale, Attilia Marcolongo: «Si tratta di costruire tutto e presto - ha dichiarato Zvech - Il Pd non può attendere per il suo sviluppo. Tuttavia nel ricordo dell'amico Spaccapan (venuto a mancare ieri, al suo posto dovrebbe subentrargli Antonio Di Bisceglie, ndr) è bene rendersi conto anche della precarietà della intera vita, e di quanto sia giusto anche soffermarsi sulla reale dimensione del nostro passaggio su questa terra».

(fr.ca.)
Gazzettino - Pordenone
24/11/2007

Oggi si decidono i quattro coordinatori delle province. Scelta in "rosa" con Francesca Papais a Pordenone
Sarà designato oggi il coordinatore provinciale del Partito democratico, che secondo voci ormai diffuse e ricorrenti dovrebbe essere Cristiano Shaurli.

L'elezione avverrà alle 15.30, all'auditorium di Tavagnacco, dove si ritroveranno i componenti della Costituente regionale e nazionale eletti in Provincia di Udine. Spetterà a loro, infatti, scegliere il segretario a scrutinio segreto. Appuntamenti analoghi e contestuali si terranno in tutte le altre tre province della Regione.


E' il giorno dell'assemblea costituente del Partito democratico provinciale. Contemporaneamente nelle quattro province del Friuli Venezia Giulia, oggi alle 15.30 sono state convocate le assise intermedie che dovranno eleggere presidente e coordinatore del partito. Per il Friuli occidentale, l'assemblea costituente si svolgerà nella sala congressi dell'hotel Minerva e vedrà riuniti i 37 delegati (la maggioranza appartenente alle liste Veltroni, un paio di delegati ciascuno per le aree Bindi e Letta). I più prudenti dicono che l'enigma della guida sarà sciolto soltanto oggi pomeriggio, in realtà, la convergenza ci sarebbe sia sul coordinatore sia sul presidente, salvo sorprese dell'ultima ora. Per il coordinamento provinciale è data ormai per certa Francesca Papais, ex Margherita, 28 anni, assessore nel Comune di Zoppola. E, per il principio dell'alternanza, la presidenza spetterà a un uomo, di provenienza ex Ds oppure espressione della "società civile". Anche in questo caso, tuttavia, il nome che circola con insistenza e che otterrebbe largo consenso è quello del sindaco di Roveredo in Piano, Renzo Liva. E' molto probabile, comunque, che le nomine avvengano all'unanimità. Tempi più lunghi, invece, per quanto riguarda la creazione di gruppi unici del Pd nei consigli comunali della provincia anche se la scadenza generale, ma non obbligatoria, è fissata per il 30 novembre. Accordi sarebbero stati raggiunti in realtà come Cordenons e Spilimbergo, mentre a Pordenone i tempi sembrano allungarsi, soprattutto nel movimento Vivo Pordenone e nella civica del Fiume. Oltre ai tre consiglieri dei Ds (Nicola Conficoni, Walter Manzon e Marcello Passoni) e i quattro della Margherita (Flora Bomben, Matteo Bozzer, Calogero Lo Pipero ed Elio Rossetto) entreranno nel gruppo il sindaco, Sergio Bolzonello, il presidente del consiglio comunale, Vincenzo Romor, oltre ai consiglieri del Fiume Piervincenzo Di Terlizzi e Mario Bianchini e a quella di Vivo Pordenone, Francesca Cardin. Il gruppo del Pd pareggerebbe, quindi, il Fiume (12 consiglieri) ai quali si aggiungerebbero i due della lista Cardin, ovvero Bruno Zille e Salvatore Averna.

Messaggero Veneto - Pordenone
24/11/2007
(e.l.)


Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI