4 marzo 2018 - elezioni nazionali

CANDIDATI

COSE FATTE

PROGRAMMA

COME SI VOTA?

AIUTACI

INCONTRACI IN PROVINCIA di Pordenone

  • 20 Feb - 21 Feb
  • 21 Feb - 23 Feb
Il volto nuovo e giovane del Partito democratico
Pordenone - Tutto come da copione, salvo alcune scosse. A reggere il timone del Partito democratico provinciale sarà Francesca Papais(nella PressphotoLancia), 28 anni, con le idee chiare sin dal primo discorso, quello subito dopo il voto. A presentare la candidatura (era l'unica) il sindaco Sergio Bolzonello (era presidente dell'assemblea) sotto gli occhi vigili del vicepresidente della Regione Gianfranco Moretton e dell'oramai ex segretario provinciale dei Ds, Paolo Pupulin. Ma il ciao iniziale di Francesca Papais e poi la sicurezza (dopo la prima emozione) con la quale ha subito preso in mano il filo del discorso fanno presagire che la neo coordinatrice sarà capace di navigare in un mare che a volte avrà anche turbolenze. E i primi segnali sono arrivati già ieri. Intanto si muovono anche i Circoli delle Libertà con il primo "referendum" locale sul nome da assegnare al nuovo soggetto politico voluto da Berlusconi. E al banchetto dei Circoli si vede per la prima volta anche il senatore Albertino Gabana, ufficialmente vestito di Azzurro.

PARTITO DEMOCRATICO Ieri all'auditorium di Tavagnacco l'assemblea ha anche scelto, per acclamazione, Michela Bacchetti come presidente

Con 40 voti su 56 votanti (i delegati regionali e nazionali all'Assemblea costituente eletti in provincia), da ieri Cristiano Shaurli è il coordinatore provinciale del Partito democratico . A far mancare l'en plein, l'astensione legata ai bindiani di Enzo Barazza e qualche voto disperso. Pur tuttavia, l'avvio del neo segretario è stato salutato da una folta partecipazione. Sala piena, infatti, all'auditorium di Tavagnacco, dove l'assemblea del Pd ha individuato anche la presidente, scegliendo per acclamazione Michela Bacchetti, da un decennio lontana dalla politica attiva dopo essere stata capogruppo del Ppi in Consiglio provinciale. Apertura dei lavori affidati al membro "anziano", Rita Bertossi, e chiusura con il segretario regionale, Bruno Zvech.


Oggi si decidono i quattro coordinatori delle province. Scelta in "rosa" con Francesca Papais a Pordenone
Sarà designato oggi il coordinatore provinciale del Partito democratico, che secondo voci ormai diffuse e ricorrenti dovrebbe essere Cristiano Shaurli.

L'elezione avverrà alle 15.30, all'auditorium di Tavagnacco, dove si ritroveranno i componenti della Costituente regionale e nazionale eletti in Provincia di Udine. Spetterà a loro, infatti, scegliere il segretario a scrutinio segreto. Appuntamenti analoghi e contestuali si terranno in tutte le altre tre province della Regione.


Assemblea del Pd. Nominata con 27 consensi e 6 schede bianche. Cantiello annuncia le dimissioni

Non è riuscita a frenare la commozione, Francesca Papais, nel suo primo intervento da coordinatrice provinciale del Partito democratico. La giovane assessore a Zoppola è stata eletta col consenso di 27 dei 33 presenti all'assemblea; 6 le schede bianche a testimoniare il disagio per una candidatura considerata come calata dall'alto.
L'assemblea ha confermato l'accordo della vigilia: Francesca Papais, 28 anni, assessore comunale a Zoppola e componente del movimento giovanile della Margherita, è stata eletta prima coordinatrice del Partito democratico. Una candidatura frutto della mediazione tra le componenti: l'intesa regionale prevedeva l'assegnazione della leadership a un esponente della Margherita, ma sui nomi di Antonio Ius e Renzo Mazzer si è manifestata la resistenza dei civici di Bolzonello. Da qui l'indicazione di una donna, come segnale di novità, comunque proveniente dall'esperienza del partito di Rutelli.


Trieste -Le nuove tappe che attendono lo sviluppo del neo Partito Democratico . Bruno Zvech ha tradotto così il suo incontro con la stampa, ieri nel palazzo della Regione, legato alla formalizzazione del radicamento del partito nel territorio. Calendario fitto di attività e spunti quello illustrato da Zvech ieri agli organi di informazione, incentrato sul completamento degli ulteriori quadri dirigenziali, sia provinciali (da definire già oggi) che regionali. Il piano di sviluppo serrato proposta da Bruno Zvech, ieri accompagnato da Francesca Cardin, presidente della Assemblea Costituente regionale, contempla inoltre varie tappe sino al 31 gennaio, una decine di collegi ma soprattutto una campagna di informazione ma non solo mediatica quanto piuttosto «fatta di partecipazione e ascolto».

Presentati anche l'organigramma dell'esecutivo regionale del Pd costituito da 16 unità di cui ben 9 donne, compresa la vice segretaria regionale, Attilia Marcolongo: «Si tratta di costruire tutto e presto - ha dichiarato Zvech - Il Pd non può attendere per il suo sviluppo. Tuttavia nel ricordo dell'amico Spaccapan (venuto a mancare ieri, al suo posto dovrebbe subentrargli Antonio Di Bisceglie, ndr) è bene rendersi conto anche della precarietà della intera vita, e di quanto sia giusto anche soffermarsi sulla reale dimensione del nostro passaggio su questa terra».

(fr.ca.)
Gazzettino - Pordenone
24/11/2007

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI