TAPPE CONGRESSO 2018

QUANDO LE RIUNIONI

DOCUMENTI

Primarie 2018

INCONTRACI IN PROVINCIA di Pordenone

  • 26 Ott
    Fontanafredda: Bolzonello e De Monte sul Lavoro.... 26 Ott 2018 20:00 to 22:00

    LE ISTITUZIONI EUROPEE E REGIONALI PER IL LAVORO: QUALI OPPORTUNITA’? ne parliamo con: ISABELLA DE MONTE Europarlamentare del Partito Democratico SERGIO BOLZONELLO Consigliere regionale e Capogruppo

  • 26 Ott - 26 Ott

liberamente tratto dal Messaggero Veneto pag 25 19-11-2011

Pordenone cenerentola in regione nel riparto delle risorse destinate alla sanità. E’ il monito forte uscito dall’incontro organizzato ieri in città dai vertici del Pd provinciale. «Storicamente questa provincia è sottofinanziata. C’è bisogno di maggiore perequazione». E quando si parla di sanità, impossibile non toccare l’annoso tema del nuovo ospedale in Comina. Per il consigliere regionale Gianfranco Moretton, abbandonata l’idea di ristrutturare l’esistente, la situazione è di stallo assoluto. «Tre anni e mezzo di legislatura in cui la giunta Tondo ha preso molti impegni, ma ad ora non c’è nemmeno il protocollo d’intesa tra il Comune di Pordenone e la Regione. Sarebbe grave se finissero il mandato senza aver aperto il cantiere».

Il tempo stringe. «Se i fondi necessari per realizzarlo (circa 240 milioni di euro) - ricorda il segretario provinciale del Pd, Antonio Ius - non saranno inseriti nella prossima finanziaria, il progetto cadrà nel vuoto». E allora «che almeno si stralci la cittadella della salute, per la quale la copertura finanziaria (circa 12 milioni) c’è già» è l’auspicio dell’ex direttore dell’Ass 6 Nicola Delli Quadri. A proposito di servizi socio- sanitari, unanime la bocciatura della proposta Tondo di accorpare le aziende sanitarie della regione. Un tema sentito da Alfonso Colombatti, medico e membro della segreteria provinciale Pd, secondo cui si tratta di un’autentica «bestialità», considerando la maggiore aspettativa di vita della popolazione, il conseguente incremento di persone non autosufficienti e l’aumento delle patologie croniche, «che richiedono un più puntuale servizio territoriale». Fallimentare, a detta di Moretton, pure la sperimentazione degli ospedali riuniti: «Dopo un anno, nessun risultato positivo. E ora si vuole pure esportare questo modello a livello regionale». Non poteva mancare un riferimento al panorama politico nazionale. «Abbiamo sostenuto - commenta Ius - con grande senso di responsabilità la nascita del governo Monti, nonostante tutti i sondaggi ci dessero vincenti in caso di elezioni anticipate». E per chi ha operato una scelta diversa, come la Lega, ecco partire uno strale: «Si sono disinteressati del Paese per difendere meri interessi di bottega». Pierantonio Stella

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI