INCONTRACI IN PROVINCIA di Pordenone

in-cammino-per-italia-che-cambia

 

Il cammino per il Sì, promosso da Tobia Zevi, arriva in Friuli Venezia Giulia il 29 ottobre con una tappa che si conclude Sacile, in provincia di Pordenone, nel pomeriggio.cammino-per-il-si-italia
“Ho scelto di camminare – sottolinea Zevi – per sostenere il “sì” al referendum, perché il miglior modo per sostenere la propria idea è avere il coraggio di testimoniarla anche con la fatica fisica. Andremo tutte le regioni italiane. È una forma di impegno
mutuata da alcuni esempi di grandi del passato, un modo di ascoltare le persone nei luoghi dove risiedono e lavorano, una modalità di fare politica diversa dal solito”. L’avventura prosegue sabato 29 ottobre in Friuli Venezia Giulia, regione all’incrocio tra il mondo germanico, il mondo slavo e l’universo mediterraneo. Il cammino prende le mosse intorno al territorio di Pordenone. Si parte da Cordenons. Si raggiunge il capoluogo e poi si prosegue verso Porcia e Roveredo, per concludersi a Sacile. La scelta di questo lembo d’Italia si motiva dalla solidità di appartenenza alla proprie tradizioni comunitarie (dalla dimensione gastronomica a quella ambientale) che hanno saputo trovare una via di mediazione con le esigenze contemporanee, tanto da rendere questo territorio un esempio di efficienza di servizi e produttività industriale.Nel dettaglio, il 29 mattina alle 9 si parte da Cordenons (piazza). Si arriva a Pordenone intorno alle 10,30/11. Si arriva a Porcia per il pranzo (ore 13 circa). Poi Roveredo, Fontanafredda e conclusione a Sacile in piazza alle 18.“Se ti piace l’idea, vieni a camminare con noi per dire il tuo #SìPuoiDirloForte”, conclude Zevi Per qualunque ulteriore informazione e per tenersi aggiornati sul cammino vai sul sito www.puoidirloforte.it

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI